Turisti alla raccolta dei mandarini

Turisti alla raccolta dei mandarini

La foce del fiume Neretva, conosciut a come la valle dei mandarini, di anno in anno ospita sempre più turisti che desiderano trascorrere una vacanza attiva, e la gente ospitale nella zona di Metković, Opuzen, Komin e d’altri piccoli abitati limitrofi offrono loro tutte le possibilità. Vale a dire che su tutto il territorio della Neretva crescono all’incirca unmilionetrecentomila alberi di mandarino che danno circa sessanta tonnellate di frutta ogni anno. Tempo fa alla gente locale è venuta l’idea di offrire ai turisti la possibilità di partecipare alla raccolta dei mandarini che in brevissimo tempo è diventata una vera attrazione turistica. L’offerta comprende le escursioni di uno, due o tre giorni che regalano ai turisti forti emozioni e pure tanta vitamina C, ideale per un rinforzo immunologico prima dell’inverno.

I coltivatori esperti danno ai turisti braccianti gli attrezzi e le indicazioni, inoltre spiegano la storia e il metodo della coltivazione degli agrumi. A ritmo della musica allegra che accompagna i “braccianti“ nelle piantagioni, i sacchettini si riempiono di questo bene di Dio arancione e la giornata passata in compagnia all’aria pulita si conclude nei ristoranti della zona che oltre all’atmosfera casareccia offrono prelibati piatti locali. Viene offerto anche un fotosafari con le tipiche barche (lađe) lungo la delta della Neretva. Tra le curiosità merita menzionare la visita al villaggio Vid nei pressi di Metković dove si trova il Museo archeologico di Narona, unico nella Croazia ad essere costruito sul sito di ritrovamento di un antico tempio romano.

Inoltre, a Metković si può visitare la ricca collezione ornitologica che raccoglie gli uccelli che popolano il delta della Neretva. Mentre a Opuzen, dopo la passeggiata lungo la riva del fiume si arriva sulla Piazza del re Tomislavo (Trg kralja Tomislava), dominata dalla chiesa di S. Stefano (Sv. Stjepan), risalente all'Ottocento.