La Dalmazia – Zara

La Dalmazia – Zara

Regione Dalmazia – Zara (Zadar) spicca per le sue bellezze naturali. Lasciando da parte il mare e le spiagge che circondano la città, partiamo alla scoperta dei beni del patrimonio naturale alle sue spalle. La maggior parte dell’area del Parco nazionale Paklenica è compresa dentro i confini della regione zaratina. Il parco si protende lungo il versante litoraneo del Velebit meridionale, con un’ampia area che comprende i corsi torrentizi della Velika e Mala Paklenica e, come tale, rappresenta un fenomeno naturale straordinariamente prezioso. Se desiderate trascorrere le vostre vacanze nei pressi del Parco nazionale Paklenica, magari a Starigrad, a Seline o in uno dei tanti tradizionali villaggi di case di pietra perfettamente restaurate dei dintorni, vi attenderanno oasi di pace dove potrete pernottare e riposarvi. I padroni di casa vi accoglieranno offrendovi le delizie dei loro orticelli. A due passi c’è un sentiero percorribile sia a piedi, sia in bicicletta che collega Starigrad a Seline. Ai turisti vengono proposti interessanti programmi, come il safari fotografico per il Velebit e un’escursione alla scoperta del patrimonio naturale e storico-culturale del versante meridionale del Velebit.

 

A una quindicina di chilometri dal Parco nazionale Paklenica c’è la località di Vrata Velebita, immersa nella natura selvaggia e protetta del Parco naturale Velebit, ottimo punto di partenza per ogni escursione verso la maggiore montagna croata. Una volta qui, godetevi le magiche atmosfere dei tanti agriturismi sparsi per l’area pedemontana. I padroni delle case di pietra offrono buon cibo e varie attività enogastronomiche: dalla visita delle cantine e delle sale di degustazione, alle mostre dei prodotti apistici e alla degustazione del miele e delle grappe, vere e proprie specialità locali.

 

Trattenetevi ancora un po’ tra le bellezze naturali del Velebit, non mancando di fare un salto al canyon del fiume Zrmanja. A soli 40 km dalla città di Zara, questa località offre una serie di attività che dosano sapientemente lo sport e l’avventura: safari fotografici in kayak, gite in barca per le acque della Zrmanja, il paintball, passeggiate per la natura, tour off-road in bicicletta e il tiro con l’arco. Anche qui, attività ricreative a parte, gli agriturismi locali propongono la loro cucina tipica e la degustazione dei formaggi e dei vini locali. Chi scegliesse di soggiornare in un agriturismo potrebbe anche decidere di partecipare alle attività agricole che i padroni di casa svolgono quotidianamente, ma anche dedicarsi, in quest’ambiente naturale bello e preservato, a passeggiate ricreative, ai bagni nel fiume, alle gite in barca o in bicicletta oppure alle escursioni in montagna.

Paklenica
Ivo Biočina
Paklenica

Ma le sorprese della regione zaratina non finiscono qui: nell’entroterra dalmata c’è anche la fertile area vitivinicola dei Ravni kotari e di Bukovica, piena di località amene, case di pietra, chiese e fortezze medievali. È risaputo che la gente del posto produce ottimi vini. Partite alla scoperta di alcuni vitigni autoctoni come la maraština, il crljenak, il debit e la plavina; verificate di persona quanto riescano bene da queste parti alcuni vitigni diffusi in tutto il mondo come il cabernet sauvignon e il syrah. Buon vino fa rima con buon cibo: i formaggi fatti col latte di capra o di pecora, l’olio d’oliva e il prosciutto crudo prodotti a queste latitudini soddisferanno anche il palato dei buongustai più esigenti. La gente del luogo, forte della sua proverbiale ospitalità, sarà lieta d’organizzare per i turisti interessanti visite ai beni storico-culturali e naturali dei dintorni.   

 

Se capitate sull’isola di Pag (Pago), occhio alla mostra dedicata alla produzione del sale e ai magazzini delle locali saline. Se, invece, passate per Nin (Nona), antica sede dei sovrani croati, fermatevi a visitare il tesoro d’arte sacra della sua cattedrale e il Museo del sale, oltre a due itinerari didattici dedicati al sale e alla tradizione della pesca.

 

Le isole dell’arcipelago zaratino vi sorprenderanno con la loro offerta. A parte Dugi otok (Isola Lunga), meritano un cenno anche Ugljan (Ugliano), Iž (Eso), Molat (Melada), Vrgada (Vergada) e Ošljak (Calugerà o Lazzaretto). Menzioniamo anche due importanti insenature del mar Adriatico: quella di Novegradi e quella di Carino (rispettivamente Novigradsko e Karinsko more), oltre alle grotte Cerovačke nei pressi di Gračac, uno dei complessi speleologici più importanti della Croazia. Insomma, nella regione zaratina troverete luoghi di bellezza selvaggia, tanta biodiversità e spunti per vivere avventure indimenticabili.

 

Al termine del viaggio esplorativo per la regione zaratina, abbiamo pensato di far visita a Zara, una città molto antica, sorta nel cuore dell’Adriatico croato e straricca di beni storico-culturali d’inestimabile valore.